Da oltre 120 anni ci occupiamo di educazione e formazione per studenti dai 3 ai 13 anni di età. Educazione e formazione che non riguardano solo gli aspetti scolastici – ovviamente fondamentali – ma che coinvolgono gli studenti in attività extracurricolari specifiche, che permettono di introdurre ogni volta argomenti e aspetti sociali nuovi e importanti.

Gli ultimi due anni di pandemia hanno chiaramente segnato un importante cambiamento nella nostra società e, se noi adulti abbiamo dovuto comprendere ed accettare ciò che stava accadendo, spesso i più piccoli si sono trovati comprensibilmente spaesati di fronte ad una situazione che nessuno sapeva motivare e raccontare con concetti semplici.

Per non parlare poi degli aspetti che un bambino non si trova a dover gestire nella normalità: i problemi di salute, l’ospedalizzazione e il frequente confronto con il personale sanitario.  

Proprio con l’intento di approcciare il mondo del soccorso con un occhio diverso, introducendo i più piccoli a questa realtà cercando di minimizzare l’impatto traumatizzante e spaventoso che potrebbe provocare l’arrivo del personale di soccorso, nasce il progetto “Bimbambulanza”.

Si tratta di un progetto che si occupa di far avvicinare i bambini alla realtà della chiamata di emergenza e al quale la SSBG ha aderito con grande piacere alla fine del mese di gennaio, coinvolgendo 8 classi in diverse giornate educative.

I Volontari della Croce Rossa Italiana (comitato di Bergamo) hanno promosso tutto questo operando nelle fasce d’età che comprendono i bimbi della scuola dell’infanzia arrivando a quelli delle scuole elementari.

Un progetto che ha coinvolto diversi obiettivi e insegnamenti, tra i quali ci sono:

• la corretta chiamata al Numero Unico Europeo (112 NUE) per la richiesta di soccorso; 

• alcune basilari manovre per la tutela della vita; 

• il cosiddetto “tour nell’ambulanza”, dove i bimbi hanno potuto “esplorare” in tutta sicurezza il vano dell’ambulanza imparando quali sono gli oggetti base in esso contenuti;

• la scoperta dello zaino di soccorso, del defibrillatore e di altre attrezzature fondamentali del personale che opera sui mezzi di soccorso.

Il progetto “Bimbambulanza” ha infine avuto anche un risvolto benefico. Agli alunni è stato chiesto un piccolo contributo simbolico di 2€ a testa. Il Consiglio d’Amministrazione della SSBG ha poi integrato la donazione arrivando all’importante somma di € 1000 devoluta alla CRI sezione di Bergamo.

Ecco un breve racconto fotografico di come è andata l’iniziativa.

Altre Attività

“A scuola con i nonni”, la Festa dei Nonni alla SSBG
Torna il tradizionale Lanternenumzug, e ne parla anche Eppen
“Io leggo perché” – dal 5 al 13 novembre 2022